Con il termine Smart City s’intende una città intelligente in grado di essere autosufficiente sia dal punto di vista tecnologico che energetico; si tratta di un centro che, sfruttando la digitalizzazione, è in grado di mettere al primo posto la vita e i bisogni dei propri cittadini.
Benché spesso questo termine sia associato a grandi capoluoghi, tra i quali spicca Milano secondo ICity Rate 2018 di FPA, in realtà i suoi principi si possono ritrovare in diversi ambienti.
CampusX, sin dalla sua rinascita, ha fatto dell’idea di Smart City il suo punto di forza.

Città intelligenti: i cinque principi per una realtà sostenibile

Dei principi cardini delle Smart City, CampusX ha abbracciato diverse idee tra le quali:

  • Lo sviluppo di “Edifici Green”. Secondo l’agenzia Seenwind, specializzata in ingegneria ambientale e delle telecomunicazioni, queste strutture sono costruite in modo da ridurre la spesa dell’acqua del 40 % – 70% , migliorando, al contempo, le prestazioni energetiche delle costruzioni.
  • L’incremento delle Aree Verdi. Con oltre 15.000 m2 di parchi verdi, CampusX è riuscito ad inserire nei suoi residence il vero pilastro delle Smart City, impiegando moltissime essenze autoctone che riducono le esigenze di irrigazione.
  • L’energia rinnovabile e pulita. Un altro punto di forza presente da CampusX e associabile all’idea della città intelligente, è lo sfruttamento di energia pulita e rinnovabile che dipende in misura minima dalle fonti fossili e dalle risorse esterne. Questo permette alle strutture di essere totalmente autosufficienti.
  • Dalle telecomunicazioni avanzate al monitoraggio dei consumi energetici, l’ingresso nell’era digitale ha permesso di tenere sotto controllo tutti i consumi, organizzando in modo completo anche le attività quotidiane.
  • Impegno degli abitanti. Ovviamente, il punto centrale e principale alla base del buon funzionamento di una Smart City è l’impegno costante e completo di tutti gli abitanti. Per questo, si può dire che le città intelligenti partono dal basso, dai cittadini, e si plasmano sui loro bisogni.

 

Smart Citizens: l’importanza della collaborazione intelligente e collettiva

Come accade in una grande città intelligente, anche da CampusX la collaborazione collettiva è la base per una crescita costante delle strutture.
I bisogni e le soluzioni proposte da tutti gli ospiti fanno sì che questi diventino dei veri cittadini “intelligenti”, degli Smart Citizens che partecipano attivamente alla vita della struttura, prendendosene cura.
Se infatti, dal canto suo CampusX mette a disposizione un’ambiente Smart che rispetta tutti i canoni della città intelligente, dall’altro lato sono i singoli ospiti che la vivono a giocare un ruolo predominante nella crescita sociale e complessiva del residence.